Martedì 17 Dicembre 2019 si terrà la seconda giornata di formazione e trasferimento tecnologico intitolata “Modellazione e verifica nei Cyber-Physical Systems”  i cui relatori saranno la dott.ssa Alessandra Bagnato (Head of Research Unit, SOFTEAM), il dott. Giuseppe Cicala (Università degli Studi di Genova) e il dott. Simone Vuotto (Università degli Studi di Sassari). L’evento si terrà presso la sede di Sardegna Ricerche a Pula, Loc. Pixinamanna (Edificio 2) a partire dalle 10.30.

Di seguito, è possibile visualizzare la locandina dell’evento e gli abstract della lezioni che si terranno durante la giornata.

Locandina

ALESSANDRA BAGNATO (Head of Research Unit, SOFTEAM GROUP) 
Modelio: Soluzioni per la Modellazione di Sistemi. Questo seminario illustrerà come gli strumenti per la modellazione del Tool Modelio permettano di modellare sistemi aumentando l’efficienza del processo di sviluppo e migliorando la comunicazione tra i vari esperti in azienda. In particolare, porremo maggiore attenzione alla modellizzazione di Cyber-Physical System (CPS) derivanti dal progetto europeo H2020 CPSwarm (https://www.cpswarm.eu/).

GIUSEPPE CICALA (Research Assistant, Università di Genova)
Modellazione e Simulazione di Sistemi Cyber-Fisici con Ptolemy II. Ptolemy II è uno strumento software open source sviluppato per la progettazione e la simulazione di sistemi cyber-fisici (CPS) che utilizzano modelli eterogenei basati su attori gerarchici. Gli attori sono componenti software che vengono eseguiti in maniera concorrente e comunicano utilizzando messaggi inviati tramite porte interconnesse. Nel corso di questo tutorial verranno esposti, mediante l’utilizzo di esempi, i principi base per la modellazione e la simulazione di CPS utilizzando Vergil, l’ambiente grafico di Ptolemy II.

SIMONE VUOTTO (Research Assistant, Università di Sassari)
Strumenti per la formalizzazione e verifica di requisiti. La definizione e analisi di requisiti è un’attività preliminare necessaria per la progettazione e sviluppo di un sistema cyber fisico, che consente di evitare costi e ritardi nelle seguenti fasi di design ed implementazione. Nel corso di questo seminario, illustreremo le più comuni problematiche relative alla scrittura di requisiti e mostreremo come l’adozione di tool specifici possa supportare tale attività. In particolare, concentreremo la nostra attenzione sull’utilizzo pratico del tool ReqV, strumento software che consente di formalizzare e automaticamente controllare la consistenza di un insieme di requisiti.

Seconda giornata formativa di trasferimento tecnologico

Potrebbe anche interessarti